lunedì 31 dicembre 2012

ANNO NUOVO, VITA NUOVA (CON RICICLO)

Eccoci qui...
Ultimo giorno dell'anno, tutti pronti per festeggiare (più o meno in grande).
Ma anche tempo di bilanci, accompagnati, nel mio caso, da un velo di malinconia.
Personalmente non dico addio al 2012 con troppo dispiacere. Poverino, non è tutta colpa sua, era già nato bisesto (e quindi funesto) :-)
Per me sono stati 12 mesi importanti, per nulla banali o scontati, nel bene e nel male. Mi hanno fatta crescere.
È stato l'anno del mio primo contratto a tempo indeterminato, della riscoperta della fondamentale importanza della mia strampalata famiglia (vi ringrazio tutti, siete stati la mia scialuppa di salvataggio in tanti momenti NO), della nascita di nuove importanti amicizie (un bacio, Lauretta), della riconferma di amicizie senza tempo (vero, Roby?), della scoperta che il Grande Amore esiste e che ti può dare tanto e poi togliere tutto.
Ho imparato cosa vuol dire sperare nella realizzazione di un Sogno, lottare con tutte le tue forze anche quando dovresti capire che è il momento di arrendersi e poi cadere rovinosamente per terra.
Ma ho imparato anche a rialzarmi, facendomi forza e aggrappandomi alle persone che mi vogliono bene (e per fortuna non sono poche).
Ho imparato anche che alla fine essere onesti paga; il cammino è più difficile, si è troppo vulnerabili, si rischia anche di passare per pazzi.
Ma, quando si tirano le somme, ti puoi guardare allo specchio con orgoglio, perché tutto ciò che hai fatto, giusto o sbagliato, lo hai fatto con il cuore.
Ho imparato che il perdono esiste e così come io l'ho ricevuto in dono spero di poter perdonare anch'io, un giorno non troppo lontano.
Ed è proprio questo uno degli auguri che mi faccio per il 2013 ormai alle porte.
Mi auguro anche di trovare un po' di serenità, di continuare per la mia strada senza tradirmi mai e di dare tutto ciò che posso alle persone che amo (quelle che sono nella mia vita da anni, quelle che ci sono capitate per caso, quelle che vanno e vengono, quelle che sono tornate).

E siccome con il passaggio dall'anno vecchio all'anno nuovo qualcosa si butta, ma qualcosa si tiene... Ho pensato di concludere con una ricettina del riciclo: un buon budino di panettone, mele e cannella. Che dite, lo prepariamo insieme?

Ingredienti:

650 ml di latte
la scorza di 1 limone
burro qb
½ panettone
4 cucchiai di rum
2 mele golden
5 uova
100 gr di zucchero
2 cucchiai di zucchero di canna
Cannella qb
zucchero a velo qb

Preparazione:

Scaldate il latte con la scorza di limone e la cannella.
Imburrate una pirofila.
Affettate il panettone abbastanza sottile.
Rivestite tutta la pirofila con il panettone e bagnatelo con pochissimo rum.
Disponete le mele sbucciate e affettate sottili sul panettone.
A parte sbattete le uova con lo zucchero.
Unite il latte filtrato alle uova.
Versate questa crema su panettone e mele.
Completate con un secondo strato di mele.
Cuocete a 180 gradi per mezzora coperto, poi per venti minuti scoperto e spolverizzato con zucchero di canna.
Lasciate riposare 12 ore in un luogo fresco prima di servirlo.

Buon 2013 gente!!! Io lo inizio con il sorriso, ho ottimi motivi per essere ottimista (e poi tra un po' non avrò più neppure Giove opposto...).






5 commenti:

  1. Tantissimi auguri Alessia, un anno migliore pieno di salute, pace e serenità.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Sarebbe da provare...

    Buon anno!

    RispondiElimina
  3. Tanti auguri a te Alessia! Hai scritto proprio un bel post, bello....Quindi affronterai il nuovo anno piena di energia e questo mi piace! Brava tesoro!
    E buonissima questa ricetta, complimenti! lo prepariamo insieme sì, che poi ne prendo una super fettona!! :)
    un bacione e tanti auguri di cuore anche a te!
    Mari

    RispondiElimina
  4. Alessia tantissimi auguri di un felice 2013!!!!

    Un abbraccio
    Monica

    (fotocibiamo)

    RispondiElimina
  5. Cara Alessia...il mio 2012 è proprio da buttare e si è degnamente concluso malissimo! Per carità...sono cresciuta, maturata, ho raggiunto mille consapevolezze in più...ma quanta sofferenza! Ti abbraccio!

    RispondiElimina