mercoledì 19 dicembre 2012

UN "ALCHIMISTA"... DA CATANIA AL LAGO MAGGIORE

Chi mi segue lo sa... Lunedì sono stata impegnata per la riunione della nostra rete vendite. Un'occasione per rivedere persone che non sono solo collaboratori, ma in molti casi amici (Laura è, ovviamente, tra questi). Quest'anno è stato anche il pretesto per "sperimentare" un ristorante che ha aperto da poco più di una settimana (quale momento migliore per fare "gruppo" se non quando si hanno le gambe sotto il tavolo?). 
Il nome del locale è già di per sè intrigante: L'Alchimista
All'interno si respira un'atmosfera rilassante, alimentata dai colori tenui che dominano (bianco e azzurro su tutti). Pochi tavoli, ben disposti. 
In cucina uno chef che non conoscevo, di origini catanesi, con una precedente esperienza presso il ristorante dell'Hotel La Sacca di Stresa. 
Veniamo subito accolti con una piccola entrée di benvenuto: burro montato con erba cipollina e focaccina calda alle olive taggiasche (chiedo perdono... era troppo invitante e io avevo troppa fame... per cui mi sono scordata di fotografarla!!!). 
A seguire optiamo quasi tutti per il menu di pesce (in alternativa si può scegliere il menu di terra oppure quello alla carta). Insomma, vediamo un po' come se la cava questo catanese trapiantato sul Lago Maggiore... 
Come antipasto ci viene presentata un'ottima tartare di tonno con capperi di Pantelleria... Delicata e saporita al tempo stesso, assolutamente equilibrata e molto bella anche da vedere.


Proseguiamo con il primo piatto... Anche in questo caso l'equilibrio è assoluto: gnocchetti di patate e broccoli con vongole e bottarga. Il dolce della patata si sposa alla perfezione con la sapidità di vongole e bottarga (e l'idea di mettere il broccolo nell'impasto degli gnocchi non è niente male!).


Ed ecco arrivare dei tranci di pesce spada con crosticina di patate e composta di cipolle rosse... Qui faccio fatica a essere imparziale, perché il piatto utilizzato è uno dei miei preferiti: una lastra di ardesia (a casa ne ho di tutte le forme e dimensioni). A parte tutto, anche in questo caso il nostro chef è più che promosso!


E infine il dolce... Una morbida meringa su una crema di mela verde e sedano. Fresca e dissetante, degna conclusione di un pasto saporito ma non eccessivamente pesante. 


La scelta del vino è "toccata" a me... Pinot Grigio di Damian Princic, un bianco dalla buona struttura e l'eccellente aromaticità (i commensali hanno approvato). 

Insieme al caffè il nostro chef ci ha omaggiato di una serie di squisitezze fatte da lui, tra le quali dei mini cannoli siciliani da lasciare senza fiato (...anche in questo caso la gola è stata più rapida della macchina fotografica...).

Che dire? A parte qualche piccolo intoppo nel servizio (che mi auguro venga eliminato con il passare del tempo), questo angolo di Sicilia sul Lago Maggiore merita una visita, anche per l'ottimo rapporto qualità/prezzo...

L'ALCHIMISTA
Via V. Veneto 53
Oleggio Castello (NO)
Tel. 0322-53255

7 commenti:

  1. Dei piatti stupendi e un nome davvero accattivante! Grazie per questa recensione e un abbraccio stretto! :)

    RispondiElimina
  2. non devo più leggerti a più di un'ora dal pranzo...è controproducente! soprattutto l'accoglienza con quella cremina di burro...mmmmm!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cremina spalmata su focaccina tiepida, Berry... ;-) un bacione!

      Elimina
  3. pero' che ristorantino:) mi piace quello che hai mangiato se potessi girerei di piu' per provare nuovi posti:)
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ombretta, è il lato positivo di essere "nomade" :-) Un abbraccio!

      Elimina
  4. Il locale e' dove c'era la trattoria della commedia al fianco dell' edicola

    RispondiElimina