martedì 11 dicembre 2012

COMFORT FOOD GOURMET


Va bene, siamo praticamente a metà dicembre, ma io ho veramente troppo troppo troppo freddo (ok, ieri sera le calorie sono state abbondantemente incorporate… ma questa è un'altra storia... e un altro post :-)).

E cosa c’è di meglio per ritemprarsi con gusto e leggerezza? Per me non ci sono dubbi: una soffice vellutata calda. Possibilmente servita non nella classica fondina, ma in un bel coccetto, che fa subito “comfort food”…

Quella che vi consiglio oggi fa parte dei grandi classici della cucina italiana; se non erro venne lanciata qualche anno fa dallo chef Fulvio Pierangelini de Il Gambero Rosso di San Vincenzo (LI).

Stracopiata ovunque, ma sempre di grande effetto…

Ecco a voi la mia vellutata di ceci con spiedini di code di gamberi (un’accoppiata vincente!)



INGREDIENTI (per 2 persone)*

150 g di ceci secchi
Misto per soffritto
2 spicchi d’aglio in camicia
Rosmarino qb
Olio Extra Vergine d’Oliva qb
Brodo vegetale qb
18 code di gamberi
Sale e pepe qb


PREPARAZIONE

La sera prima ricordate di mettere in ammollo i ceci e lasciateli così per tutta la notte.

In un tegame mettete un filo d’olio, i due spicchi d’aglio schiacciati, un paio di rametti di rosmarino e il misto soffritto (confesso, per motivi di tempo e a volte di pigrizia io uso quello surgelato…). 

Fate scaldare il tutto (senza che arrivi a friggere), scolate i ceci e tuffateli nel tegame.

Lasciateli insaporire per pochi minuti, poi togliete aglio e rosmarino e coprite i ceci con del buon brodo vegetale e lasciateli bollire per circa un paio d’ore, finché non saranno morbidi (ovviamente con la pentola a pressione dimezzate i tempi… e se proprio siete di corsissima come capita spesso a me, ci sono degli ottimi ceci precotti bio come quelli di Alce Nero).

Passate il tutto con quel fantastico strumento che è il frullatore a immersione e coprite il tegame con un coperchio.

Mentre scaldate una padella antiaderente, prendete le code dei gamberi che avrete pulito (togliendo anche il budellino) e infilzatele formando degli spiedini da tre code (per rendere la presentazione più chic io ho utilizzato i rametti di rosmarino privati degli aghi… danno anche un ottimo sapore!). 

Spennellate gli spiedini con un rametto di rosmarino intinto in olio, sale e pepe, poi metteteli a cuocere nella padella bella calda.

Versate la vellutata nei coccetti, disponete i vostri spiedini, un filo di olio a crudo e una macinata di pepe nero… 
E buon appetito!

*Solitamente scrivo ricette per 4 persone… Ma questa qui, secondo me, è ideale da condividere con la "persona del cuore". Oppure se (come capita spesso a me) vi trovate a cenare da soli/e, ve ne mangiate due razioni accompagnate da un bel bicchiere di vino e… addio tristezza! :-)

12 commenti:

  1. Ottima! Veramente deliziosa. Ai gamberi poi non dico mai di no! :) Complimenti..e sul freddo non mi pronuncio.. voglio la primavera, uff.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely! Io vorrei direttamente l'estate ;-)
      Buona serata!

      Elimina
  2. a parte che non posso mangiare il pesce (io intollerante sigh) la tua ricetta è super gustosissima...anche io cara odio il freddo, lo odio con tutta me stessa, vorrei tanto che fosse di nuovo estate e respirare a pieni polmoni l'aria calda che ti fa sentire carica e piena di energie! ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici Berry... Mi sento come un girasole, ma senza sole :-(
      Un abbraccissimo!

      Elimina
  3. Con queste referenze una vera garanzia!
    Brava Ale!!!
    Baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata sul sicuro... :-)
      Baci a te Roby!

      Elimina
  4. Ottima, non si può sbagliare con questo tipo di vellutata e l'abbinamento ceci-gamberi è sempre perfetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti... Legumi e crostacei danno sempre belle soddisfazioni insieme :-)

      Elimina
  5. Ciao Ale, per questa ricetta ti farei compagnia con molto piacere..anzi ti consiglio la prossima volta di scottare le code di gambero con un po' di succo d'arancia e un goccio di brandy usando sempre le erbe aromatiche e lo spicchio d'aglio. il piatto assumerà un sapore ancor piu' invitante. ovviamente se ti scocci dei ceci puoi farlo anche con i cannellini, o meglio ancora con una vellutata di zucca e patate. Mi sa che ti ho confuso un po' le idee!!!un caro abbraccio, Peppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, caro Peppe... non mi hai confusa affatto, anzi! Non vedo l'ora di mettere in pratica le tue varianti :-)
      Un abbraccio a te!

      Elimina
  6. voglio l'estateeee,odio il freddo...riscaldiamoci con questa delizia che è meglio..:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti capisco Tina...
      Un abbraccio riscaldante! :-)

      Elimina