giovedì 3 gennaio 2013

PER UN ANNO DI GUSTO E AMORE

Uno dei più bei messaggi di auguri per questo nuovo anno l'ho ricevuto dal mio amico Peppe Zullo: "Un 2013 con tanto gusto e tanto amore."
E proprio traendo ispirazione da questo augurio (...e incrociando le dita...) ho deciso di dedicare il primo post dell'anno a un piatto gustoso, che per me va a braccetto con l'amore: il risotto.
Innanzitutto perché preparare il risotto richiede cura, devozione...
E poi perché è uno dei piatti che preferisco preparare per chi amo. In un buon risotto è insita una dichiarazione d'amore: "l'ho preparato per te, perché sei importante e voglio dedicarti il mio tempo".

E così, eccovi la mia ricettina di buon inizio 2013, ricca di gusto e di amore: risotto alla zucca e sfilacci di cavallo in cialda di parmigiano.

Ingredienti (per due persone):
180 g di riso Carnaroli
200 g di zucca tagliata a cubetti
100 g di Sfilacci di cavallo
Misto per soffritto qb
Brodo vegetale qb
Olio extravergine di oliva qb
Vino bianco qb
Parmigiano grattugiato qb
Sale e pepe qb

Preparazione:
Innanzitutto prepariamo le cialde... Disegnate su un foglio di carta forno un cerchio della dimensione che desiderate (calcolate che dovrà contenere il risotto) e ricoprite l'interno del cerchio con il parmigiano grattugiato (abbondate pure, non devono esserci buchi).
Mettete nel microonde per 1 minuto alla massima potenza. Tirate fuori il foglio con la cialda ancora bella malleabile e adagiatelo su una scodella capovolta.
Lasciate raffreddare, togliete il foglio di carta forno e voilà, la cialda è pronta!
Fate insaporire la zucca in un pentolino con un filo d'olio e il misto per soffritto. Coprite con il brodo e lasciate cuocere finché la zucca non sarà bella morbida (circa 10 minuti).
Spegnete e frullate la zucca con il mixer a immersione fino a ottenere una crema (nel caso ci fosse ancora troppo brodo, toglietelo prima di frullare). Aggiustate di sale e tenetela in caldo.
Fate scaldare in una padella un filo d'olio, aggiungete il riso e fatelo tostare per benino. Quando i chicchi saranno belli lucidi, sfumate con del vino bianco.
A questo punto procedete normalmente, aggiungendo poco brodo alla volta.
A metà cottura aggiungete quasi tutti gli sfilacci e la crema di zucca.
Alla fine mantecate con una generosa dose di parmigiano (in questo caso il burro si può tranquillamente evitare, la zucca rende il tutto già bello cremoso).
Servite nelle cialde di parmigiano, completando con gli sfilacci avanzati e una bella macinata di pepe nero.
Il contrasto tra il dolce della zucca, il saporito del parmigiano e l'affumicato degli sfilacci vi conquisterà ;-)


4 commenti:

  1. E' bellissimo e deve anche essere ottimo! Complimenti e che gli auguri del tuo amico possano essere realtà.. dato che meriti veramente tanto bene e tante soddisfazioni! Auguroni e un bacione!

    RispondiElimina
  2. Complimenti Alessia, hai ragione il risotto è dedizione! Mi piace l'augurio per tuo amico Peppe, con scarsa fantasia me lo rubo e te lo rifaccio paro paro! un bascio amica mia e buon 2013!

    RispondiElimina
  3. ma che bontà!gli sfilacci mi sembravano pistilli di zafferano dalla foto!...se lo fossero stati avrei pensato che tu avessi vinto al lotto!:)...bacione

    RispondiElimina
  4. Colori accesi per un saporito anno in arrivo, già sotto i nostri piedi! Ti abbraccio forte Alessia!

    RispondiElimina