mercoledì 3 luglio 2013

STRUDEL DI PESCHE, CACAO E AMARETTI

Buongiorno amici!

Ammetto che nella giornata di ieri ho faticato a ingranare... Mi sa che a Valdobbiadene mi sono rilassata troppo, ma "quando ce vò ce vò" :-)

Oggi però sono tornata in perfetta forma, con una bella carica di energia... La stessa che vi darà il mio strudel di pesche, cacao e amaretti. Una rivisitazione del classico dolce altoatesino da parte di una piemontese, dove le pesche ripiene di cacao e amaretti la fanno da padrone tra i dolci di questa stagione. 

Che ne dite, lo prepariamo insieme? 


INGREDIENTI

1 rotolo di pasta sfoglia 
1 kg di pesche (le più dolci che trovate) 
1 cucchiaio colmo di cacao amaro 
1 cucchiaio di zucchero semolato 
(regolatevi in base alla dolcezza delle pesche)
120 g di amaretti 
1 uovo 
zucchero di canna qb 

PREPARAZIONE

Sbucciate le pesche e tagliatele a dadini. 

Unite alle pesche il cacao, lo zucchero e 2/3 degli amaretti sbriciolati. 

Stendete la sfoglia su una placca rivestita con carta forno e cospargetela con gli amaretti rimasti. 

Adagiatevi sopra il composto a base di pesche e avvolgete il rotolo su se stesso dandogli la classica forma dello strudel. 

Spennellatelo con l'uovo sbattuto e spolverizzate con lo zucchero di canna.

Infornate a 180 °C per circa 30' (modalità statica)

***


In abbinamento i sommelier di ENOPATIA consigliano:  

Vieux Pineau de Charentes


"Rosso, servito fresco sui 9-10 gradi, il Pineau de Charentes è tipico dell'omonima regione della Francia atlantica, a nord di Bordeaux, nei pressi del Cognac. Qui i mosti di stampo bordolese (per il rosso Merlot e Cabernet Sauvignon) vengono interrotti nella fermentazione dall'aggiunta di Cognac, che ne inibisce il prosieguo, donando grado alcolico (che qui si attesta sul 17%) e piacevolezza, mantenendo i sentori di sottobosco. Un prodotto che in Francia viene consumato come aperitivo, ma che trova ottimo abbinamento su commistioni di frutta e cacao, per la sua tonica avvolgenza, il delicato spirito che sposa la marcata forza del cacao, la fredda temperatura che lo rende ideale per la stagione estiva". 

8 commenti:

  1. Davvero invitante. Adoro lo strudel! :)

    RispondiElimina
  2. Una fetta la mangerei volentieri!!! Ciao.

    RispondiElimina
  3. Ahahaha, dura la vita eh?!? :)
    Senti, ma gli amaretti dici che potrei ometterli? Non li amo molto ma l'idea in generale mi piace un sacco!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì Roby, durissima... :-)
      Puoi tranquillamente omettere gli amaretti, l'importante è sostituirli con altri biscotti secchi sbriciolati che assorbano l'umidità della pesca.
      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Ciao Ale! Ho visto su fb che eri nelle mie zone....purtroppo non sono potuta venire anche io perchè era un week end pieno di impegni!
    Buono questo strudel cara!
    bacio
    Mari

    RispondiElimina
  5. Bella questa ricetta! Cacao, pesche e amaretti ... che bontà! Assolutamente da riproporre!

    Nina di http://fragolaecannella.blogspot.it/

    RispondiElimina