venerdì 8 marzo 2013

TORTELLI DI ERBETTA E GRANDI SODDISFAZIONI

I miei fedeli lettori già lo sanno... Una delle principali fonti di ispirazione da cui sono partita qualche mese fa per aprire il mio blog è stata (ed è tuttora) il blog di Angela e Chiara Maci, ovvero le "Sorelle in Pentola". Potete quindi immaginare l'immensa soddisfazione che ho provato nel vedere una mia ricetta pubblicata proprio nel loro blog, mercoledì scorso... http://www.sorelleinpentola.com/2013/03/oggi-cucina-alessia.html
E, pensate un po, la notizia mi è arrivata proprio mentre ero nella patria delle sorelle Maci, l'Emilia! Quando si dice "i casi della vita"...
Quindi, quale migliore ringraziamento per loro e quale migliore souvenir per voi, se non una sfiziosa ricettina tipicamente emiliana come i Tortelli di erbetta?


INGREDIENTI (per 8 persone)

Per la pasta:
500 g di farina 00
500 g di semola di grano duro
7 uova
7 tuorli

Per il ripieno:
600 g di ricotta vaccina
2 mazzi di coste
3 uova
2 etti di Parmigiano Reggiano 
una noce di burro
sale
noce moscata

PREPARAZIONE

Preparate la pasta unendo le farine, le uova e i tuorli, sino a ottenere un bell'impasto compatto che lascerete poi riposare per almeno una mezzora.

Nel frattempo, pensiamo al ripieno...

Sbollentate le coste private della parte bianca, scolatele per bene, sminuzzatele e saltatele in padella con una noce di burro e un po' di sale. 

Toglietele dal fuoco e lasciatele intiepidire.

In una ciotola mescolate la ricotta con le uova, il Parmigiano grattugiato, un pizzico di noce moscata e aggiustate di sale. 

Stendete la pasta sottilissima e ricavatene con la rotella dei rettangoli di 4 cm X 3 cm.

Farcite metà rettangoli con piccole palline di ripieno e ricopriteli con i rimanenti, facendo attenzione a sigillarli bene permettendo all'aria di uscire.

Lessate i tortelli in abbondante acqua salata per un paio di minuti al massimo, scolateli e conditeli con burro, salvia e Parmigiano grattugiato come se piovesse...

Questa ricetta l'ho trovata in uno dei miei libri di riferimento per tutti i piatti della tradizione, ovvero "Le Ricette delle Osterie d'Italia" (ed. Slow Food). Questa, in particolare, ci è stata donata dalla Trattoria Ai Due Platani di Coloreto di Parma. 

Buon week-end amici!





13 commenti:

  1. Complimenti, sono enormi soddisfazioni :)
    Baci!!!

    RispondiElimina
  2. Complimenti tesoro!!! Un bascio!!

    RispondiElimina
  3. altro che soddisfazione!!!brava ....un abbarccio,peppe.

    RispondiElimina
  4. Bravissima Alessia, che belli che sono....e chissà che buoni!
    Mi sono unito con gioia ai tuoi followers.
    Se ti va passami a trovare, ne sarei veramente felice!
    Andrea il cuoco disperato!

    RispondiElimina
  5. Grazie Andrea!
    Vengo subito a trovarti :-)

    RispondiElimina
  6. Complimenti ottima ricetta!!!mi sono appena aggiunta!!ho un regalino per te se ti va passa a prenderlo ciao

    RispondiElimina